Four Tet – There Is Love In You (Domino)

Questo disco costa quanto due long drink messi insieme, ma riesce a essere mille volte più ubriacante. E non causa disfunzione erettile. Effetti collaterali?  Lui è un figo. Voi no.


Thee Silver Mt. Zion Memorial Orchestra – Kollaps Tradixionales (Constellation)

Alleluia, la musica è risorta. Il miglior disco dei SMZ senza il Tra-La-La Band nella ragione sociale. My Efrim My King.Waltz For Sophie.


Richard Skelton – Landings (Type)

Naturalismo scopabile anche da chi odia il riverbero acustico più introspettivo. Disco dell’anno a prescindere.


Do Make Say Think-Other Truths (Constellation)

Purissimi nel loro postpsychedelicjazz. Chi non li ha mai capiti non capisce un cazzo.


Vic Chesnutt- At The Cut (Constellation)

Intimismo (Vic) solenne (Silver Mt.Zion) portato a compimento. Definitivo. (Per la musica tutta, si intende)


Polvo-In Prism (Merge)

Gloria nell’alto dei cieli dissonanti.


Dinosaur Jr. – Farm (Jagjaguwar)

Poco da dire (disco dell’anno).


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.