Blood Red Shoes – Fire Like This (V2)

Il monicker sembra un misto fra indiepop-cassa e power metal. Anche la musica.


Gioacchino Turù e Vanessa Vermuth – Il crollo della stufa centrale (fromSCRATCH)

Pifferi e groovebox, mazurke liofilizzate, mestruo di giudizio, fumettoni technopunk/MGZ, ciabatte a puah, cacca e pipì. Mai due volte nello stesso posto.


ATP’09 – Curated by The Breeders (Atp-Butlins Holiday Centre, Minehead)

Shellac davanti e dietro tutti quanti (Yann Tiersen, Dianogah, Deerhunter,Th’Faith Healers, Giant Sand, Melt Banana, Wire, Bon Iver e Bronx senza mariachi).


Eildentroeilfuorieilbox84 – Ananab (autoprodotto)

Art brut (non nel senso di Argos, grazie a dio) e pastorizia. Delirio e natura ancestrale, antifolk e strumenti a briglia sciolta, psicorchestra ed esperienze.


AA.VV. – Il Paese è reale (Casasonica/FNAC)

Operazione salvataggio non riuscita. Di lusso solo Afterhours e Dente, qualcun altro resta a galla. Distribuisce la francese Fnac: si corre il rischio Alitalia?


musica Per Bambini – Dio contro Diavolo (La Famosa Etichetta Trovarobato)

Ha la mente di Tetsuya ma tutto il resto fa da Rodari. Manuel Bongiorni da Piacenza è un passo in più verso l’edutaintment, il dio techno della barzelletta.


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.