Zona Mc – Caosmo (Trovarobato)

Magari alla prima ti fa anche cagare, a stargli dietro. Perché non ce la fai, misero umano. Poi arriva la contorsione sinaptica e lo metti a palla. Tipo i Meshuggah e l’hip hop, ecco.


Blakroc – Blakroc (V2)

I Black Keys che concepiscono un (merdoso) disco di rap/rock come se non l’avesse mai fatto nessuno. Aridatece i Brutopop.


Jay-Z – The Blueprint 3 (Atlantic)

il Real Madrid che schiera la formazione titolare e fa 0-0 con lo Zurigo. Palo di Kanye West.


Mos Def – The Ecstatic (Downtown)

Mos Def, Jay Dilla, Madlib,  e i Neptunes. Mancano solo la Madonna e il Cristo Redentore anche se risulterebbero quantomeno inferiori.


ATP’09 – Curated by The Breeders (Atp-Butlins Holiday Centre, Minehead)

Shellac davanti e dietro tutti quanti (Yann Tiersen, Dianogah, Deerhunter,Th’Faith Healers, Giant Sand, Melt Banana, Wire, Bon Iver e Bronx senza mariachi).


Grandmaster Flash – The Bridge: Concept Of A Culture (Strut Records)

Torna la Leggenda. Il titolo è ridicolo quanto basta e la lista di (inutili) featuring sembra l’album Panini dell’hip hop. Il resto è noia.


Uochi Toki – Libro audio (La Tempesta)

Niente di nuovo sotto il nichilismo: una spoon river dei viventi, ora banca binaria dei ricordi ora satira allucinata in racconti. Uno alla volta, per carità.


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.