Lindstrom + Christabelle – Real Life Is No Cool (Smalltown Supersound)

Psico-disco-soul sintetica. Con patatine.


Thank You For The Drum Machine – New adventures on analogue machines (Live Global)

Altro che quello che se ne legge “in giro”: dopo Atari, Trabant, Late Guest e Did la penultima coolness brit’n’roll + (fu) robotic rave li rende indiecredibili.


Elfin Saddle – Ringing For The Begin Again (Constellation)

Sembrano un romanzo vecchio di Murakami Haruki. Girano un pò tutte le viti del mondo


ATP’09 – Curated by The Breeders (Atp-Butlins Holiday Centre, Minehead)

Shellac davanti e dietro tutti quanti (Yann Tiersen, Dianogah, Deerhunter,Th’Faith Healers, Giant Sand, Melt Banana, Wire, Bon Iver e Bronx senza mariachi).


Jimi Tenor & Kabu Kabu – 4th Dimension (Sähkö Records)

Prende anche bene, tra salti laterali  di jazz trasversale(F. Kuti ed Etiopia), funkettoni striscianti e tutto il nécessaire soulettoso. Ma. Omaggio senza il colpo che uccide.


zZz – Running With The Beast (Excelsior)

Piacerà a tutti.


Stereo Image – Stereo Image (Rcrdlbl Records)

Gente fighettosa che fa disco, si porta dietro i bassi e il senso del sesso, cercando di penetrare i tuoi neuroni. (con vaselina)


Confuse The Cat – Kericky (Zeal)

Post punk vaginalmente funk pop di un orfano dei Reiziger (discreta band, anzi buona se paragonata a questa o al terzino destro che fu vanto presidenziale).


Calibro35 – s/t (Cinedelic)

Un torbido muro di suono nero al servizio segreto della storia d’Italia, con bassline rock e L’Appuntamento: ora li vogliamo alle prese con creazioni proprie.


TV On The Radio – Dear Science (Touch & Go)

Per idee, arrangiamenti, suoni e sfrontatezza sembrano la nazionale dei giganti che va a giocare nel campionato dei lillipuziani. E vincono.


One Day As A Lion – S/T EP (Anti)

Jazzhop strumentale –tutto batteria e bzz bzz. Il primo lavoro di Zack De La Rocha dallo scioglimento dei RATM: si piangerebbe anche se non fosse un bel disco.


Le Gorille – s/t (Nino Records)

Whitexploitation da Calibro 35 appena assettati, drughi di Alex ed East Rodeo folies: se lo ascolta Silvio gli piglia un drizzone. E’ son livornesi…


Caparezza – Le dimensioni del mio caos (Virgin)

Piuttosto ridotte.


ATP ’08-Curated By Explosions In The Sky (Atp-Plantation Quay)

EITS campioni, Polvo vincono, Trail Of Dead distruggono. David Berman E’.Phosphorescent ed Eluvium pure.C’era Kekko e sappiamo i nomi del Crete Goat Festival.


dEUS – Vantage Point (Cooperative Music)

Avere le carte per vincere a colpi di ace e sprecare “il vantaggio” perdendo pure contro Paolino Canè. Insomma: tre canzoni si salvano. Il resto è noia.


Cut///Copy – In Ghost Colors (Modular)

Quello che i Rapture facevano ai PIL (benino) loro lo fanno ai New Order (malissimo). Hanno pure la copertina simile. Disastroso.


Mahjongg – Kontpab (K)

Psichedelia indiefunk, gente più fritta di una crocchetta di pollo: stai svernando in un indie-club, mettono Mahjongg e ti ritrovi a parlare col tuo dio.


Burial – Untrue (Hyperdub)

Angoscia metropolitana 2.1 a cubetti surgelati. WOW!.


The Pyramids- The Pyramids (Domino)

Due degli Archie Bronson Outfit che fanno un disco più tirato degli ultimi Archie Bronson Outfit.


Numbers – Now You Are This (Kill Rock Stars)

Ex Contorsions-wannabe declassati a Stereolab-wannabe. Piacciono alla gente che piace. Io non piaccio.


The Heliocentrics – Out There (Now Again)

Postriphop per stare benissimo e sentirsi più cool di chiunque. Per un perfetto immedesimarsi consigliamo camicia con un bottone aperto e pantaloni color kaki.


Holy Fuck – LP (Young Turks)

Disco-punk a metà strada tra New York e San Francisco (quindi probabilmente in qualche posto sperduto abitato solo da biker e contadini). Cool.


Altro – Aspetto (promo digitale)

QUI: ora suonano a cassa dritta e stracciano ogni concorrente. Sai che novità.


Sunburned Hand Of The Man – Fire Escape (Smalltown Supersound)

Smalltown Supersound li accoglie a braccia aperte e loro si inventano dal nulla il trip-trip-trip-hop. Tra i dischi 2007 da AVERE. Fire moves away, asshole.


Celebration-The Modern Tribe(4Ad)

Il disco omonimo (con live seguente) ci era piaciuto un sacco. Oggi la sostanza è la stessa, solo che cercano più la canzone. Peccato.


Moha! – Norwegianism (Rune Grammofon)

Recupero: gente del giro Noxagt/Ultralyd su Rune Grammofon. Se sei un fan del genere ci rimani come la tipa in copertina.


Trabant – Music for losers (R!SVP)

C’era solo una via d’uscita per il p-funk nel 2007: ironizzare con coscienza sulla fanbase dei Killers. I triestini ci riescono anche grazie al booklet.


The Go! Team – Proof Of Youth (Memphis Industries)

Ascoltare per credere, ma (come per Thunder Lightning Strike) è da non crederci.


Architecture In Helsinki-Places Like This (Polyvinyl)

Morti e sepolti. Non occorre versare alcuna lacrima.


Uochi Toki / Eterea – La Chiave del 20 (Wallace)

“Ciao ragazza, tra i miei fans c’è Caparezza”. Arrivano le rime. Vengon giù le curve.


You Say Party! We Say Die! – Lose All Time (Paper Bag)

Disco-punk con una decina di virgolette sulla seconda. I Say “Anche Basta”. Punto esclamativo.


UNKLE – War Stories (Surrender All)

Risponde alle aspettative legate ad un disco di UNKLE nel 2007.


Don Turbolento – Spend the night on the floor (EP autoprodotto)

La Dischord ha declinato il loro p-funk perché non abitano a Washington: nel caso, l’avrebbero prodotto sul serio? Alzano il tiro non male, ma abbiamo già dato.


VVAA – Box Of Dub – Dubstep and Future Dub (Soul Jazz)

Solita storia Soul Jazz: il tema è prevedibile, lo svolgimento ti spacca in due.


Armand Van Helden – Ghettoblaster (Southern Friend)

Erba di casa M.I.A. in salsa super-electro-funk. Risultato: YO.


VVAA – New York Latin Hustle (Soul Jazz)

La fiera dello stare da dio. Ho deciso or ora di mettere un tag “soul jazz”. È essenziale, gli altri mi scuseranno.


The Rakes – Ten New Messages (V2)

Un disco pieno di sorprese, una nuova frontiera del postpunk.
No, scherzo.


Panther – Secret Lawns (Fryk Beat)

l’ennesimo gruppo di (punk)funk destrutturato in maniera piuttosto artificiosa ci rammenta il significato di “fuori tempo massimo”. Prescindibilissimi.


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.