Gonja Sufi – A Sufi And A Killer (Warp)

Anni ’10.


Liars – Sisterworld (Mute)

Non siamo ai livelli di Streghe e Tamburi, ma sicuramente meglio della precedente raccolta di scarti camuffata da “album di canzoni”.


Antarte – s/t (autoprodotto)

Musica per giocare a carte.


Bastion – s/t (Interregnum Records)

Om Mani Padme Drone


Mi Ami – Watersports (Quarterstick Records)

Afro-deep-scream-free-dub-noise-no-trance per svuotare i dancefloor e mandare a nanna tutti i wannabe punkfunkstar. Italiani compresi.


Boredoms – 77 Boa Drum (Commmons)

777 The Numer Of The Drum.


Royksopp – Junior (EMI)

È facile smettere di suonare se sai come farlo.


Grandmaster Flash – The Bridge: Concept Of A Culture (Strut Records)

Torna la Leggenda. Il titolo è ridicolo quanto basta e la lista di (inutili) featuring sembra l’album Panini dell’hip hop. Il resto è noia.


U2 – No Line On The Horizon (Universal)

“Disco dell’anno”. Me l’ha confidato Mr. Garuba Ouedraogo durante un serata sotto Viagra al Vip Casino, passata a sputtanarci la vincita alla National Lottery.


Crazy Dreams Band – Crazy Dreams Band (Holy Mountain)

Come al termine di una sbronza colossale, quando si dà il peggio di sé. Logorroici, disconnessi, catabionici. Disco supremo da assumere prima e dopo i pasti.


The Fuzztones – Horny As Hell (Electrique Mudd)

Yes, they can.


Royal Trux – Twin Infinitives (Drag City)

Ristampa dell’anno. Qualcuno spedisca Terminator nel 1990 a far fuori la Herrema. Live fast, die young!


RTX – JJ Got Live Ratx (Drag City)

Jennifer, piantala lì.


Gore – Hart Gore / Mean Man’s Dream (Southern Lord)

Gore Music For Gore People.


Dent May And His Magnificent Ukulele – The Good Feeling Music Of (Paw Tracks)

Un tipo del Mississippi con ukulele, voce alla Lekman e faccia da sfigato. Funziona, ma dalla Paw Tracks ci aspettiamo ben altro.


Follow

Get every new post delivered to your Inbox.